Homepage

   forum

 Come aderire

La nostra storia

Le foto

Parco Monti Livornesi

PROGRAMMA

no gas offshore


 

una Associazione che si pone come occasione di incontro, di riflessione e di partecipazione civile e sociale, utilizzando l’escursionismo ambientale quale catalizzatore della voglia di esserci, qui ed ora , degli associati. Lo statuto è visionabile in fondo alla pagina.

ADESIONE ad Agire Verde

Come?

  • Partecipando ad un'escursione e versando una quota  di adesione con validità annuale al referente dell'iniziativa


 €. 15 se il tesserino è individuale oppure €.20 se familiare
 
per informazioni: agireverde@tin.it   

Le iniziative sono riservate agli associati, i quali, con la quota annuale, si rendono partecipi delle spese di gestione....... francobolli, stampati, canone internet e spese varie nelle diverse occasioni e manifestazioni e diventano essi stessi parte attiva dell'associazione e di questa corresponsabili, potendo, con le elezioni annuali, entrare nel direttivo e quindi sostenere la programmazione ed anche indirizzarla verso nuovi obbiettivi. Prima di aderire è necessario leggere ed essere d'accordo col regolamento escursioni e/o iniziative (vedere a fondo pagina), ricordando anche che tale regolamento, diventando soci e compartecipando la gestione dell'associazione, è sempre possibile modificarlo su proposta e previa discussione in uno dei molteplici incontri associativi dei quali si viene informati tramite e mail, se ovviamente si è comunicato la propria ad agireverde@tin.it.

nota: sono stati costituiti due gruppi di lavoro, uno escursionistico (gruppo ambiente) ed uno culturale (gruppo cultura), anche se è improprio chiamarli in tale modo distinto perchè può essere benissimo che si sovrappongano l'uno all'altro (ad esempio nel trekking urbano)...........chi volesse partecipare agli incontri di ciascun gruppo, anche solo per rendersi conto di come funziona l'associazione è sufficiente lo dica alla nostra e mail: agireverde@tin.it , tramite la quale verrà anche informato di ogni novità e riunione. 

STATUTO ASSOCIAZIONE AGIREVERDE

ART. 1 - SCOPI DELL’ASSOCIAZIONE

L'associazione AGIRE VERDE si costituisce apartitica e senza scopi di lucro.

Scopi dell'associazione sono:

ART. 2 - ADESIONE ALL'ASSOCIAZIONE E NORME PER UN'EVENTUALE ESCLUSIONE

 

Possono aderire all'associazione AGIRE VERDE tutti i cittadini, a prescindere da ogni distinzione di sesso, razza, religione o nazionalità, che si riconoscono nello statuto dell'associazione e versano la quota annuale fissata dall'assemblea. La lista degli aderenti è pubblica al fine di garantire la massima trasparenza degli iscritti. Agli iscritti sarà consegnata la tessera associativa. La tessera associativa ha valore per un anno.

Il comportamento contrario agli scopi dell'associazione determina l'esclusione dall'associazione. La decisione dell'esclusione di un eventuale socio è presa dal Consiglio di Garanzia. L'esclusione dall'associazione di un eventuale socio può anche essere proposta al Consiglio di Garanzia, in forma scritta e documentata , dal Comitato Direttivo. L'esclusione dall'associazione comporta il ritiro della tessera associativa.

 

ART. 3 - ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

 

Sono organi dell'associazione AGIRE VERDE:

·  l'Assemblea,

·  il Comitato Direttivo,

·  il Coordinatore,

·  il Tesoriere,

·  il Consiglio di Garanzia.

 

Le cariche associative sono elettive e gratuite.

 

ART. 4 - L'ASSEMBLEA

 

L'Assemblea si riunisce almeno due volte l'anno . Possono partecipare all'assemblea tutti gli iscritti all'associazione. L'assemblea è indetta dal Comitato Direttivo o da almeno cinque soci che ne facciano richiesta. L'Assemblea è presieduta dal Coordinatore. L'assemblea discute e decide le iniziative che l'associazione intende svolgere; approva i bilanci preventivi e consuntivi; elegge il Comitato Direttivo e il Consiglio di Garanzia e fissa annualmente la quota associativa.

 

ART. 5 - IL COMITATO DIRETTIVO

 

Il Comitato Direttivo è composto al massimo da cinque membri, eletti dall'Assemblea dei soci. Elegge al suo interno il Coordinatore e il Tesoriere. Il Comitato Direttivo ha la rappresentanza legale dell'Associazione. Esso la può delegare di volta in volta, con delibera a maggioranza assoluta, ad uno o più dei suoi componenti. Il Comitato Direttivo ha compiti organizzativi, assume decisioni necessarie nell'interesse dell'Associazione , dà esecuzione, per quanto gli compete, alle decisioni dell'Assemblea dei Soci e elabora il bilancio preventivo e consuntivo. I membri del Comitato Direttivo svolgono la loro funzione a titolo volontario e gratuito. Il Comitato Direttivo ed il Consiglio di Garanzia durano in carica un anno.

 

ART. 6 - IL COORDINATORE

 

Il Coordinatore convoca gli organismi dell'Associazione e ne assicura il regolare funzionamento. presiede l'Assemblea quando si riunisce, ne prepara l'ordine del giorno e ne redige un breve resoconto che invia a tutti gli iscritti. Svolge la sua funzione a titolo volontario e gratuito.

 

ART. 7 - IL TESORIERE

 

Il Tesoriere tiene il libro cassa, scrive e presenta il bilancio preventivo e consuntivo all'assemblea, svolge la sua funzione a titolo volontario e gratuito.

 

ART. 8 - IL CONSIGLIO DI GARANZIA

 

Il Consiglio di Garanzia è eletto dall'Assemblea tra i soci che non sono membri del Comitato Direttivo ed è composto da tre membri. Esamina i casi disciplinari di singoli soci le cui attività si siano dimostrate chiaramente incompatibili con gli scopi dell'Associazione. I membri del Consiglio di Garanzia svolgono la loro funzione a titolo volontario e gratuito.

 

ART. 9 - I GRUPPI DI LAVORO TEMATICI

 

L'Assemblea può costituire Gruppi di Lavoro Tematici per seguire progetti particolarmente impegnativi o mettere a punto specifiche iniziative politiche o culturali. Ciascun gruppo di lavoro sceglie un portavoce che possono rappresentare, anche all'esterno previa consultazione del Comitato Direttivo, le posizioni assunte dall'Associazione attraverso l'elaborazione dei Gruppi di Lavoro Tematici. Il Comitato Direttivo presta ai Gruppi di Lavoro tutta la possibile assistenza politica, tecnica e finanziaria.

 

ART. 10 – BILANCIO

 

Il bilancio preventivo e consuntivo è redatto dal Comitato Direttivo e presentato dal Tesoriere all'assemblea, che lo discute, eventualmente lo modifica e quindi lo approva. Esso prevede come entrate: l'insieme delle quote associative, nonché eventuali fondi derivanti da libere sottoscrizioni o sovvenzioni ottenute da enti locali e amministrazioni; come uscite: le spese sostenute per iniziative svolte dall'associazione, le spese postali per la diffusione ai soci dei programmi e delle informazioni dell'associazione e eventuali contributi a organizzazioni e iniziative che perseguono obiettivi che rientrano negli scopi dell'associazione.

Il bilancio preventivo e consuntivo è redatto e discusso almeno due volte l'anno. Copia dei bilanci approvati è inviata a tutti i soci per garantire la massima trasparenza. In caso di scioglimento dell'Associazione, l'Assemblea decide a chi devolvere l'eventuale attivo di cassa che deve essere consegnato ad un'associazione che persegua scopi affini e che non può essere in nessun caso diviso fra i componenti dell'Associazione stessa.

 

ART. 11 - MODIFICHE STATUTARIE

Modifiche del presente statuto possono essere deliberate, con la presenza di almeno il 50% degli aderenti in prima convocazione e in seconda convocazione qualunque sia il numero dei votanti, dalla maggioranza di almeno 2/3 dei soci presenti all'Assembla.

regolamento iniziative

Al fine di razionalizzare la partecipazione alle iniziative e sapere chi viene e quanti siamo, quando ci si iscrive ad una escursione o altro, occorre lasciate nome, numero partecipanti ed eventuale recapito telefonico, entro il venerdi precedente, per essere comunque avvertiti anche all’ultimo momento qualora l’iniziativa si dovesse rimandare per maltempo o contrattempi vari. Ovviamente occorre essere in regola con il tesseramento (controllate quindi la data di scadenza sul tesserino o anche sull'indirizzo in busta) 

In ultimo, si ricorda anche che non essendoci un ritorno economico da parte di nessuno, né l’Associazione né i referenti occasionali - del resto anch'essi soci e non accompagnatori professionali -  saranno mai da considerarsi responsabili per eventuali incidenti ( benchè improbabili) che possano verificarsi in occasione delle diverse iniziative, essendo le medesime da considerarsi come un fatto tra amici e potendo ciascun socio indistintamente trovarsi egli stesso ad essere accompagnatore, senza una particolare o specifica delega in merito.

NB: L’accettazione di questo regolamento è condizione indispensabile per poter partecipare alle diverse attività e tesserarsi e partecipando dunque se ne diviene di fatto e consapevoli e d’accordo. Si raccomanda comunque di verificare sempre le proprie condizioni fisiche prima di ogni iniziativa, se ci si considera a rischio, benchè le singole iniziative siano comunque verificate per essere alla portata di tutti.