Preoccuparsi di come stia l’ambiente o essere momento di aggregazione, trascurando il problema lavoro?  Sarebbe stupido, anche perchè è proprio l'essere occupati e quindi l'avere una fonte di reddito non solo una priorità assoluta ma anche condizione indispensabile, senza la quale tutto il resto neppure si nota.

Ecco quindi che abbiamo impiegato un po' del nostro tempo a raccogliere dati ed informazioni in modo specifico, con l'intento di essere utili a coloro che stanno preoccupandosi  e giustamente proprio di questa priorità assoluta rappresentata dal lavoro, beninteso senza la pretesa di risolvere ma almeno di tentare...........e chissà che non spunti fuori l'idea giusta. PS: con il tempo alcuni collegamenti potrebbero essersi persi e quindi, ove lo verifichiate, vi preghiamo di segnalarcelo ( agireverde@tin.it) perchè si possa provvedere al ripristino e/o alla sostituzione del link.

        per cominciare:

Un lavoro almeno parziale................. Stagionale?

Lavoro stagionale:

Per studenti e giovani in genere, trovare un'attività retribuita temporanea (2 o 3 mesi), può essere un'occasione di guadagno, ma costituisce anche un'esperienza utile ai fini dello sviluppo professionale, perché mette a contatto con la concreta realtà lavorativa, sia pure particolare e circoscritta com'è quella del

Corsi di formazione professionale:

Per un'attività indipendente invece, quando ogni altra ricerca ci sembra inutile o anche ci porta a risultati che non ci appaiono interessanti:

        

  mail: agireverde@tin.it